/
     
 
             
       

FORUM CONCORSO FOTOGRAFICO RECENSIONI ARTICOLI NEWS PORTFOLIO GALLERIE AUTORE LICENZE DI UTILIZZO PHOTOJOURNAL LINK

Tamron 18-270mm F/3.5-6.3 Di II VC PZD (Piezo Drive) AF

.
Contribuendo con una piccola offerta volontaria mi aiuterete a mantenere questa pagina sempre e costantemente aggiornata. Ho deciso di non inserire alcun tipo di pubblicità sul sito AlvaroPhoto perché ritengo ne comprometta l'immagine e lo rallenti notevolmente. Le uniche mie entrate provengono quindi dalla vendita di foto e dai contributi volontari. Offrendo una piccola offerta contribuirete anche a supportare lo sviluppo del sito e il mantenimento del server. Grazie! :) Maggiori info: info@alvarophoto.com

Il pagamento con carta di credito via PayPal è uno dei metodi più veloci e sicuri utilizzati per le transazioni online. Per maggiori informazioni sulla sicurezza clicca il seguente link: https://www.paypal.com/it/webapps/mpp/paypal-safety-and-security.

 OFFRI IL TUO CONTRIBUTO!
 
         





SPECIFICHE TECNICHE: Tamron 18-270mm F/3.5-6.3 Di II VC PZD (Piezo Drive) AF

Lunghezza focale 18-270mm
Lunghezza focale equivalente su (APS-C) Minima: 28,8mm - Massima: 432mm (1.6x)
Rapporto ingrandimento 1:3.8 (a f=270mm, distanza minima messa a fuoco 0.49m)
Angolo di campo 75° 33'-5° 55'
Apertura massima F3.5-6.3
Apertura minima F22-40
Costruzione ottica 16 elementi, 13 gruppi
Numero di lamelle del diaframma 7, lamelle
Minima distanza di messa a fuoco 0.49m
Motore autofocus Piezo Drive (PZD) (è simile al micro usm della Canon)
Full-time manual focus No
Stabilizzazione Si (VC)
Diametro filtri 62mm
Peso 450g
Dimensioni 74.4 mm di diametro x 88 mm di lunghezza - lungh. complessiva 96.4mm
Prezzo 500 €
Anno 2010

Tamron ha annunciato il suo nuovo obiettivo superzoom 18-270mm F/3.5-6.3 Di II VC PZD specifico per fotocamere che montano sensori in formato APS-C, il primo al mondo ad incorporare la tecnologia Piezo Drive (PZD) che promette un autofocus più veloce e silenzioso. Una versione completamente rivista, più piccola e più leggera del popolare AF 18-270 mm F/3.5-6.3 Di II VC LD aspherical (IF) macro, offre un avanzato sistema di stabilizzazione immagine mediante il Vibration Control (VC). Questo obiettivo utilizza una nuova formula con meno elementi ottici, solo 16. L'obiettivo sarà disponibile in versione Canon e Nikon entro il 20 dicembre e seguirà la versione per Sony entro l'anno prossimo.


Il più leggero e il più piccolo zoom 15x al mondo!
Il 18-270mm VC PZD è un obiettivo straordinario, il suo peso è di soli 450g e ha un escursione focale (18-270mm) senza eguali, è l'unico al mondo con queste caratteristiche. L'obiettivo è facile da usare ed è estremamente comodo per il trasporto, inoltre con la sua gamma focale così versatile vi garantirà un utilizzo in qualsiasi situazione fotografica: dalle foto di paesaggio, ai ritratti e alle foto naturalistiche, ecc. Potrete sfruttarlo anche per foto di macro avendo un rapporto di ingrandimento massimo di 1:3.8.


Stabilizzatore d'immagine VC (Vibration Compensation) -metodo a bobina mobile

Il 18-270mm di II VC PZD vanta inoltre un sistema di stabilizzazione dell'immagine VC (Vibration Compensation). IL Meccanismo di VC del Tamron impiega un sistema a tre bobine, con il quale attivano tramite un sistema elettromagnetico il gruppo di lenti VC compensando le vibrazioni mediante tre sfere di acciaio. Gli elementi ottici VC sono tenuti in sede tramite il contatto con queste sfere, ottenendo un movimento fluido e con poco attrito. Tutto ciò serve per mantenere un'immagine nel mirino stabile e con prestazioni eccellenti eliminando così la sfocatura e dando immagini più pulite quando si preme lo scatto.



Motore ultrasonico PZD (Piezo Drive)

La nuova tecnologia di obiettivi della Tamron PZD offre un autofocus silenzioso, ad alta velocità tutto in un'ottica estremamente compatta.
I motori ad ultrasuoni sono divisi in due categorie, a seconda del principio che genera l'energia per spostare l'unità: motori a onde stazionarie e motori a onde progressive. I motori a onde progressive includono un tipo di anello ad ultrasuoni utilizzato recentemente nel SP 70-300 mm VC USD, come pure in altre lenti; però il recente 18-270mm impiega una tecnologia più moderna, la PZD (unità Piezo), che funziona sul principio di onda stazionaria.
Il motore ad ultrasuoni ad onda stazionaria utilizza una tensione ad alta frequenza per estendere e attivare l'elemento di Piezoelectric (Piezoceramic), quindi sposta l'intero elemento mediante un movimento ad onda stazionaria. La punta di metallo è il punto di contatto dell'elemento al rotore, e si muove in un movimento ellittico dal movimento girevole e l'attrito di questo movimento fa girare il rotore. I motori ad ultrasuoni a onda stazionaria hanno il vantaggio di essere di dimensioni inferiori rispetto ai loro omologhi ad onda progressiva, montando quindi un sistema di lenti più compatto.



Conclusioni:

Secondo me il 18-270mm è adatto a chi cerca un obiettivo tuttofare limitando così il numero della propria attrezzatura fotografica e il peso, a discapito però della qualità ottica; infatti obiettivi di questo genere con una così ampia gamma focale di solito non peccano di professionalità a livello ottico. Io preferisco acquistare 3 obiettivi con più ingombro ma che garantiscono una qualità maggiore: ad esempio un 10-20mm, 24-105mm e un 100-300mm. Ovviamente se il vostro budget è limitato e per i vostri viaggi non volete trasportare chili di attrezzatura, allora questo obiettivo ve lo consiglio.


Per qualsiasi domanda o commento su questo articolo, puoi entrare nell'area forum cliccando il seguente link: Area forum - Tamron 18-270mm F/3.5-6.3 Di II VC PZD

Recensioni correlate: Sigma 18-250mm vs Tamron 18-270mm
Leggi anche le altre recensioni: Recensioni


Alvaro Arcaini